venerdì 18 maggio 2012

FOIA.IT - Iniziativa per l’adozione di un Freedom of Information Act in Italia

Anche se temo sarà l'ennesima battaglia contro i mulini a vento, son convinto che un vero cambio di marcia, oramai necessario, nella gestione della cosa pubblica passi attraverso la trasparenza dei dati e delle azioni dell'amministrazione.

La reperibilità dei dati, siano essi gli atti di gestione o le informazioni patrimoniali sulle società pubbliche e private, sono condizioni necessarie perché il cittadino sia libero di decidere e valutare l'efficacia o la incapacità degli amministratori.


FOIA.IT - Iniziativa per l’adozione di un Freedom of Information Act in Italia

5 commenti:

Lala ha detto...

Lezione 1 di statistica: il dato è l'unica cosa che può mentire con verità, il dato in sè non parla se non posto in relazione e la relazione in cui è posto cambia il significato e il significante del dato stesso. Traduzione, il dato ha una maschera di oggettività, ma può essere compreso solo da chi sa leggerlo nella giusta ottica...

Ilmondoatestaingiù ha detto...

@lala: verissimo, ma se ti manca il dato l'unica cosa che puoi fare è sifolare l'aida :D

Lala ha detto...

sifolare l'aida è sempre meglio che sparare cazzate ;)

Ilmondoatestaingiù ha detto...

@lala: una cosa non esclude l'altra :)

minnelisapolis ha detto...

io però con quel nome lì, ho aperto il post con atto informatico libero ma guardingo e preoccupato...
;)