martedì 25 settembre 2012

Moscato d'Amburgo

Acini rotondi, piccoli, neri. Il grappolo di uva è lì, sul tavolo della cucina. Moscato d'Amburgo.
Sono malato d'uva, ne mangio quantità sconsiderate. Ma per questo tipo di uva ho una predilezione particolare. E mi piace condividere quel suo sapore, quella sua dolcezza ritrosa, profumata.

L'uva ha quella morbidezza, quella sensazione di calma voluttà che forse nessun frutto sa trasmettere. Alle radici della cultura mediterranea, insieme al pane e all'olio. Sapori essenziali, profumo di sole, di caldo, di vita.

E proprio di vita si riveste quel grappolo, in quella cucina. Il profumo di moscato si accorda con gli altri profumi. Infonde una convivialità calda e profonda.

Che il banchetto abbia inizio, e che l'armonia dei profumi e dei sapori rispecchi quella dei commensali.


19 commenti:

Laura Lala ha detto...

sì gioia... ma evita i 3 kg di rito :)

Ilmondoatestaingiù ha detto...

@lala: cercherò di vivere d'aria, d'amore e di moscato :D

Vocetta ha detto...

L'importante é che gli acini siano piccoli! Quelli grandi non li reggo!

thepellons ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Enzo ha detto...

Buonasera Marzio, in uno dei capitoli del mio Blog( ?!) sei citato e volevo che tu sapessi dell'esistenza di nudo e crudo.

Ilmondoatestaingiù ha detto...

@vocetta: acini tondi, non grossi, aromatici. Si aprono in bocca liberando sensazioni..

@pellons: dopo un inizio del genere non può essere trombata.. O no? :)

@enzo: ho visto. A quel tuo citarmi riguardo al libro della Fallaci avevo già risposto in un altro tuo blog. Continua a valere quella risposta..

thepellons ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Ilmondoatestaingiù ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

ses e inte n'mangei ??
(ma il banchetto era di moscato & moscato e basta ? perché vabè tutto immaginarti sul triclinio col grappolo adagiato addosso ma magari la commensala si aspettava un conghialetto qualsiasi o almeno un pecorinetto. ho detto pecorinett-o non cominciare a ad andare oltre..).
aggiornaci comunque. (qui il profumo di moscato in collina stordisce. non capisco a quando la vendemmia. tardiva st'anno.)i.

Ilmondoatestaingiù ha detto...

@i: se continua a piovere così temo che non sarà una grande annata... adesso dovrebbe fare un po' di quei bei giorni di inizio ottobre, l'estate di san martino, che asciugano bene l'umido e non fanno fare il marciume all'acino, e soprattutto non allungano lo zucchero!

Anonimo ha detto...

ma guarda che la stanno togliendo nella > parte delle vigne. ci son gli indiani che tagliano proprio in questi giorni. l'estate è stata caldissima. il moscato di s. sarà buonissimo. a chi piace certo...

Ilmondoatestaingiù ha detto...

@i: hanno anticipato la vendemmia proprio per il caldo, ma la pioggia di questi giorni rischia di far danni. Hanno fatto bene quelli che hanno vendemmiato la scorsa settimana, anche se ne faranno poco.

Chissà che profumo si sente già dalle cantine!

Anonimo ha detto...

poco ??? aspetta che ti mando una foto via mail. non hai idea.

sed ha detto...

comunque l'estate di san martino sarebbe a novembre... :)

Ilmondoatestaingiù ha detto...

@sed: e c'hai ragione! Ho detto una cazzata! :D :D

Vocetta ha detto...

:O
!!!
allora non è che ci si può sempre sempre fidare di te, ing! ;)

Ilmondoatestaingiù ha detto...

@vocetta: ebbene si, anch'io ho diritto di sbagliare, e il dovere di riconoscerlo :)

Vocetta ha detto...

ecco, lo mettiamo agli atti allora! ;D

Ilmondoatestaingiù ha detto...

@vocetta: certo, vostro onore! :)