sabato 31 agosto 2013

Dammi vento e ti darò miglia

Non mi capacito che sabato scorso me ne stavo sdraiato al sole, godendo il caldo ed il mare stupendo della Croazia, e stasera sto pensando già di recuperare una copertina da buttare sul letto.
In fondo siamo ancora ad Agosto, quella fine di Agosto durante la quale il caldo afoso dei primi giorni del mese si stempera in un umido languido. Quei giorni nelle cui mattine è bello svegliarsi e far l'amore.
Eppure sembra quasi ottobre, almeno fintanto che il temporale percuote il cielo e frusta d'acqua il suolo.

Guardo con attenzione le rose che si sono rimesse a fiorire, e mi chiedo se sia il caso di concimare di nuovo ora, per consentire una bellissima fioritura autunnale.
Ho cominciato ad acquistare l'uva: per ora l'americana e la bianca, aspettando il mio desiderato moscato d'amburgo.

Eppure quest'anno tutte queste attività mi sembrano surreali: passare dai ricordi del mare, dal caldo e dalla nudità della vacanza alla giacca, pantalone, scarpa di un autunno francamente in anticipo. Penso alla prossima settimana già nuovamente via per lavoro, la gatta di nuovo dai miei (credo che mi odierà per i continui trasferimenti), il motore già al massimo, mentre mi scorrono ancora le voci, i colori, i sapori, le emozioni di una vacanza che mi ha regalato tantissimo. Quest'anno mi sembra di essere stato derubato di un pezzo di vita, di quel periodo dell'anno nel quale si vive pienamente, e non al traino delle necessità lavorative. Altre volte mi ero sentito così, e a posteriori posso dire che quando ciò accadeva era perché sentivo di aver bisogno di cambiare, tipicamente cambiare lavoro. Ecco, ora probabilmente mi sento nello stesso stato d'animo: bisogno di cambiare azienda, ritmi di vita, vita. La vacanza mi ha regalato giornate magnifiche, mi ha regalato emozioni piene, ora vorrei renderle parte della vita.

La rotta è lunga, c'è acqua davanti alla prua.



13 commenti:

thepellons ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Ilmondoatestaingiù ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
i. ha detto...

ti faccio uno schema di quello che ho vissuto a capo nord ? con una renna che mi consolava pelosa ? mi chiedo se viviamo nello stesso emisfero. qui il sole attanaglia le vigne che chiedono venia. e questo caldo mi infastidisce assai mentre cerco di inventarmi un lavoro. devo dire che non ho più l'appeal di una volta. anche se non sono ancora entrata nell'arena ...prevedop cazzi.

sed ha detto...

oddio, con due giorni di clima tiepido sei già con la copertina???? Guarda che ho appena ordinato almeno un'altra settimana di calore :)

sed ha detto...

oddio, con due giorni di clima tiepido sei già con la copertina???? Guarda che ho appena ordinato almeno un'altra settimana di calore :)

Ilmondoatestaingiù ha detto...

@i.: le vigne hanno bisogno di calore, è giusto così :)

@sed: la copertina l'ho tolta di nuovo... meno male!!!

i. ha detto...

le vigne adesso hanno bisogno di un po' d'acqua. questo valcalepio rischia di avere la densità del petrolio.

Ilmondoatestaingiù ha detto...

@i.: tranquilla, domenica pioverà. Se si mantiene così quest'annata potrebbe diventare straordinaria. Equilibrio fra pioggia e calore. Deve solo non mettersi a diluviare prima della vendemmia..

i. ha detto...

lo sarà. quasi come il 2006. vedrai. basta che ora le bagni un po'.

i. ha detto...

ne trarrà beneficio certo il moscato di scanzo. quelli si che si fregan le mani... nel loro ettaro di terra. io cinquanta euro e la trafila di mi manda picone per averlo, quasi stiano dispensando oro liquido, non la faccio certo. non per un rosso passito. non mi ci trovo. sarò troppo affezionata al sole che brilla nello zibibbo.

raffaella ha detto...

Bello ing. Navigare in due...ti abbraccio
Raffaella

Jihan ha detto...

Buon vento!
[senza autunno, non c'è cambiamento. è la marcescenza della natura che porta ai mutamenti, altrimenti l'estate sarebbe senza raccolto :-)]

Laura Lala ha detto...

"è mancato all'affetto dei suoi cari".... ti avevo avvisato :D