mercoledì 21 dicembre 2011

Bellezza accecante

A me il Messiah piace. Acquistai l'esecuzione per me di riferimento che ero ragazzo. Karl Richter. Un cofanetto stupendo, la crocifissione di Dalì in copertina, potente e meravigliosa come la musica che conteneva.

Ieri sera l'auditorium. Mi aspettavo il solito organico ipertrofico, invece un'orchestra barocca superminimalista (violini I e II, quattro viole, due violoncelli, un contrabbasso, un fagotto, due flauti barocchi, un clavicembalo per il continuo, e due trombe quando servivano), e un coro di 16 elementi (4x4). Volume bilanciato, come ho poi sentito, ma ridotto per le dimensioni e per la pessima acustica della sala (perché non spostare la verdi al Dal Verme, che ha un'acustica splendida? mah...)

L'esecuzione ha avuto momenti di luci ed ombre. Un passaggio geniale, una ricerca accurata, forse addirittura leziosa, della sonorità. Bravi, comunque.

Però, anche se fosse suonato male, il Messiah è il Messiah. E come al solito mi ha emozionato, nel suo percorso di musica e religiosità. E a nulla serve riflettere sulle contraddizioni del testo, che ti portano a pensare che certe cose siano assurde. Quello che sta li dentro è musica, è cultura, è tradizione.

E mentre ascolto il coro lanciato in una delle magnifiche fughe a cinque voci, mi immergo nella bellezza accecante dell'arte.


11 commenti:

Ale ha detto...

Più che accecare, credo che l'Arte apra gli occhi alla Bellezza e dinanzi ad essa non ci si può che abbandonare.
Pezzo mirabile ^_^

Ilmondoatestaingiù ha detto...

@Ale: è mirabile il Messiah, a mio parere.. :)

Info per la pellon's: si replica stasera e domani sera...

Tabatata ha detto...

Musica per le mie orecchie! Davvero come dice Ale ci si può solo abbandonare all'arte! Musica fantastica!

Ilmondoatestaingiù ha detto...

@tabatata: si, è vero. Tre ore di musica fantastica...

the pellons' ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Ilmondoatestaingiù ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Non molto tempo fa lo eseguivo a Cork sotto la direzione di J.E.Gardiner.Solo col titolo m'hai fatto riaffiorare l'emozione.Mi riservo appena possibile d'ascoltare ciò che tu hai proposto.Ciao,Mirka

Ilmondoatestaingiù ha detto...

@Mirka: WOW! Gardiner?! Ma Mirka, e me lo fai scivolar così? Non c'è qualcosa sul tubo?

Questa che ho postato è solo bella graficamente. Non mi ha dato molta emozione.

Ma tu, come mezzosoprano, che parte coprivi? Quella da contralto oppure, come immagino, quella da soprano?

pitunpi ha detto...

Buon Natale anche a te!

artiglio ha detto...

Musica Marzio, musica sempre e per sempre. Questo è il mio augurio
Enzo

lala ha detto...

zio se non firmi qui ti rubo la sgrufola :)https://www.facebook.com/groups/217955744948477/