sabato 15 marzo 2014

090304

090304. Era la combinazione dell'antifurto di casa mia. Era la data del rogito della casa, son passati dieci anni da allora. Sotto alcuni aspetti non sembra passato che qualche giorno, sotto altri ere geologiche.

Ricordo il giorno del trasloco, era metà aprile. Appena entrato l'ultimo mobile in casa scese il diluvio. Ricordo il terrore che avevo quando la micia uscì in giardino la prima volta: sarebbe scappata? Si sarebbe persa? Non era abituata a stare fuori, eppure l'istinto fu straordinario. Quella casa divenne il suo regno, ogni primavera si gettava fuori con nuovo entusiasmo, dal mattino a sera.
Quando dovetti lasciare la casa ciò che mi addolorava di più era di non poter più consentire alla micia di uscire nel giardino, perché si tornava in appartamento. Lei la prese bene, in fondo. Il balcone divenne il suo nuovo giardino, come prima lo era stato il balcone dell'appartamento precedente.

Oggi la micia mi ha lasciato, è volata via con una malattia chiamata cancro, un nome sinistro. Il suo ricordo, però, è sempre con me. Nel giardino della casa con il codice d'allarme 090304, e in ogni altro momento


5 commenti:

Bianca2007 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
LaNinin ha detto...

Mi dispiace tanto...
Io, che amo tanto la mia gatta, so cosa provi.

Pellegrina ha detto...

Ma che bella gattona! Una vera predatrice. Avrà avuto certo una vita lunga e felice, piena di esplorazioni e di scoperte. E di molte coccole gattose, naturalmente.

Jihan ha detto...

...un abbraccio

minnelisapolis ha detto...

Magari ha già conosciuto Spass, il mio primo micetto, e si stan già guardando in gattesco per spartirsii il giardino dei gatti celesti.