sabato 18 maggio 2013

Se son rose, fioriranno

Raffaella mi chiede se è merito mio. Materialmente si, ma l'insegnamento viene da mia mamma, o forse solo la passione. Forse la verità è un poco più articolata: non ho digerito il fatto di essere tornato a vivere in appartamento. Gli antenati contadini devono aver lasciato traccia nei miei geni: ho bisogno di giardino. Ho bisogno fisico di veder le piante cacciare le foglie, i fiori sbocciare. Ho bisogno di vedere la bellezza della natura che si risveglia, e di aiutarla a fare sempre meglio.

L'autunno scorso ho potato le rose, corte, pochi centimetri sopra l'innesto. Non sapevo bene se fosse questo il metodo, ma ricordavo di aver visto fare così da giardinieri esperti. Ho concimato a dovere, e ho aspettato tutto il lungo inverno. Le giornate di poca luce, di freddo intenso. La tristezza del buio alle cinque del pomeriggio, e del sole che non si vede mai. Il periodo nel quale si ha tempo di chiedersi tante cose nella solitudine della sera, e non solo per quanto riguarda le rose.

Poi marzo. Timidi segnali. Gemme ricercate, aspettate, studiate. E aprile, e quelle gemme che diventano rami promettenti, che crescono, che dicono che tutto è andato bene, meglio di quanto ci si poteva aspettare. E i boccioli chiusi, che piano piano crescono, si espandono. Poco alla volta, con studiata lentezza. Li guardo, e mi chiedo se saranno fiori come mi aspetto, o se non sarà un'illusione. I giorni passano, e sembrano confermare che di fiori si parla, e belli.

E poi, fra venerdì e sabato, ecco...


30 commenti:

Pellegrina ha detto...

Complimenti per il colore della prima rosa, bella scelta. Non credo di avere antenati contadini, ma ho vissuto per qualche mese in campagna e ne ero molto felice. Ora le rose mi contento di tenerle sulla scrivania, purtroppo nel mio appartamento non sarebbe prudente nemmeno usare un davanzale :-/.

Francesca ha detto...

Bellissima rosa, bel colore e vederla sul balcone dopo averla così aiutata a fiorire deve essere una gran soddisfazione.
Ho provato la stessa sensazione quando quest'anno ho visto fiorire nel mio giardino il fiore del buongiorno, un bellissimo fiore viola nato da un cespuglio di erba. Adesso fa bella mostra davanto casa alla fine del viale d'ingresso.
Buona domenica

Lala ha detto...

ma povere rose... pure quelle arancioni, sei proprio in fissa! :D

Ilmondoatestaingiù ha detto...

@pellegrina: mi hai incuriosito: ma dove tieni il davanzale? ;)

@francesca: eh, il giardino.. avevo anch'io il vialetto, e in questa stagione aveva già fatto il giro dei colori!

@lala: come vedi anche pellegrina e francesca sono d'accordo sulla scelta del colore! E poi, vuoi mettere? E' in pendant con la sala :D

Lala ha detto...

niente sarà mai in pendant con la tua sala! non si intona al mondo! :D

PdC ha detto...

Amo immensamente le rose, di qualsiasi colore.
Ce l'ho anche di secondo nome, Rosa (e vi taccio il terzo).
Che meraviglia veder sbocciare, accompagnare, sapere che con la giusta dose di sole e di acqua e di cura, succede.

Pellegrina ha detto...

Affacciato su un marciapiede ad alta densità di passanti in età prescolare. Molto smilzo (il davanzale).
Rimpiango il piccolo balcone su cui avevo gelsomini e bouganville viola. E se potessi vorrei un giardino con pino a ombrello, fico (fruttifero) e magnolia.

Ilmondoatestaingiù ha detto...

@lala: la mia sala è la sintesi perfetta dell'armonia del creato. Soprattutto lo scatolone con gli spartiti, e i quadri appoggiati alle pareti....

@PdC: proprio così: sintesi di meraviglia e di impegno

@pellegrina: bell'idea di giardino. Ma mettici qualche rosa :)

Lala ha detto...

vogliamo parlare del tavolino?

pdc... e mo' siamo curiosi però :)

Ilmondoatestaingiù ha detto...

@lala: povero il mio tavolino... che ha di male? :)

Lala ha detto...

ha l'ernia per il troppo peso sopportato :D

PdC ha detto...

lala: BarbaraRosaGeltrude, sobrio, no? ;)

l'ing dice che si capisce nel suo disordine, ma noi non ce la beviamo, no?!

Ilmondoatestaingiù ha detto...

@lala: che ci devo fare se mi piacciono i libri in giro? :)

@PdC: il mio è un disordine organizzato. Un fantastico caos primordiale. Riuscissi anche ad essere creativo, sarei perfetto :)

Lala ha detto...

l'ing parla molto spesso da solo :D ....teniamo buono Barbara dai :)

Jihan ha detto...

si può essere "contadini senza conoscere la terra e piccoli soldati senza fare la guerra", perfino "naviganti senza navigare". vedi che miracoli riesci a fare? :-)
ji

Ilmondoatestaingiù ha detto...

@jihan: navigare navigo (poco, eh, troppo poco!), contadinare contadino (ancor meno, per diletto, nei vasi del balcone), ma non ho fatto il soldato! :)

i. ha detto...

maro'... che storie. ti mollo un attimo e riprendi il dileggio. e di quelli pesanti. senti fauno col flauto che balzelli in giro etero...non è il caso di invitare li una sacerdotessa di avalon ? tu suoni la spinetta, lei sparge petali alla luna piena ed è fatta no? cosi' nascevano i re. (dai muoviti cazzarola...!!)

i. ha detto...

etero voleva essere 'etereo'. (ma lasciaci anche quello che male non fa...)

Ilmondoatestaingiù ha detto...

@i.: ma così ammazzi la mia anima contadina! :D

minnelisapolis ha detto...

il colore è incantevole.

ps. mi sento di cassare solo quella frase che sottolinea la tristezza dell'inverno "quando il sole non si vede mai". O vivi a Oslo e la A8 è diventata lunghissima o hai una meteopatia astrusa.
Che di sole se ne è visto da settembre a marzo, poi è sparito.

chetelodicoaffare ha detto...

è un'anima contadina sola. e non dovrebbe esserlo. anche se contadino ci sarà pur in giro una maruzza musumeci anche per te no ? trovala fauno. e metti via il flauto che è ridicolo.

chetelodicoaffare ha detto...

p.s. ma la mano che tiene la rosa non è la tua vero ??? (dillo anche alle vestali.)

Ilmondoatestaingiù ha detto...

@minnie: il sole che non si vede mai è legato al fatto che d'inverno esco di casa che è buio, e ci torno che è buio uguale.
Ora non si vede per altre ragioni... ma la finirà prima o poi! Le mie ossa lo richiedono!

@i.: hai insultato il mio flauto!!! ;) lo trovi così ridicolo? :D

Comunque la mano che tiene la rosa è la mia. Venuta malissimo, la disconosco. Sai che ci tengo alle mie mani, ognuno ha i suoi vezzi. ;)

Lala ha detto...

zio la tua bucolicità mi ha contagiata ;) http://lala76marea.wordpress.com/

Ilmondoatestaingiù ha detto...

@lala: mi stai dando del buco? :D
Ma povera quella azalea! Che le hai fatto?

Lala ha detto...

fai tu :D

Bianca2007 ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Bianca2007 ha detto...

Marzio vuoi togliere quel cestino di rifiuti sotto il mio commento? Ho provato farlo io eliminando lo stesso commento che da rifiuto IO non lo sarò mai neppure quando sarò finita sotto terra.Grazie,Mirka

Ilmondoatestaingiù ha detto...

@mirka: quel cestino non posso toglierlo... è quello che ti consente di rimuovere un tuo commento se lo desideri.
Ed è proprio ciò che hai fatto!!! senza desiderarlo, presumo :D :D :D

Bianca2007 ha detto...

Fa niente.Quando e "se" commenterò farò finta di non vederlo,il cestino dei rifiuti. Sono esercitata ad ignorare i segni fastidiosi,le persone moleste.

p.s. Certo che l'ho tolto io quello e non involontariamente.Ciao,Mirka